Raffaello Pellegrini, presidente del comitato organizzatore dell’Italian Bowl Weekend (7-9 luglio), che comprende tutte le finali nazionali del football italiano, non nasconde la propria soddisfazione per l’accordo con Fox Sports per la trasmissione dell’Italian Bowl XXXVI, per poi andare anche oltre.
Iniziamo dall’accordo con Fox Sports.
«L’intenzione è stata quella di migliorare ulteriormente il prodotto televisivo e l’idea mi è venuta seguendo Roberto Gotta durante la settimana del Super Bowl negli Usa: riassumendo? Collaborare con professionisti del settore, avendo la possibilità di avere Roberto all’interno. Per questo ho cercato un accordo, assicurandomi il suo supporto giornalistico. Ci siamo riusciti e siamo convinti che il prodotto sarà all’altezza, avendo a disposizione per l’Italian Bowl chi già si è occupato di tanti Super Bowl».

Il menù della tre giorni è ricco: in programma ben quattro finali e…
«Per il secondo anno abbiamo un Italian Bowl Weekend e questo è possibile in una location come l’Orogel Manuzzi di Cesena che è in sintetico. Qualsiasi altra superficie non potrebbe garantire un venerdì con il Rose Bowl alle 18 e Nine Bowl alle 21 e poi il giorno dopo il Final Bowl di II Divisione alle 16 e infine l’Italian Bowl dalle 20.30 per il pregame con il kick off alle 21. Il contorno mi viene da dire che non è da meno: sarà garantita un’offerta enogastronomica e commerciale all’interno dello stadio e non solo. Anche all’esterno della struttura avremo una serie di iniziative per gli amanti del nostro sport. Giovedì 7 è prevista una conferenza stampa di presentazione al Fantini Club di Cervia, l’Head Quarter “marino” della manifestazione, che la sera ospiterà anche la cena di gala. Venerdì invece ci sarà la gara di golf sponsorizzata da Key Pro, storico partner dell’Italian Bowl, al Golf Club di Cervia. Parteciperanno tra gli altri Enrico Manbelli presidente Ifl e John Knight (un mito come giocatore sin dalla fine degli anni ’80 ndr) di Key Pro, e tanti altri che hanno un presente o un passato legato al football italiano. Un week end da vivere come un Super Bowl!».

Cosa le ha fatto scegliere Cesena come sede ospitante?
«Io ho iniziato a giocare a football dopo aver visto una finale a Rimini negli anni ‘90. L’ubicazione geografica è perfetta per una manifestazione che si tiene a luglio e le caratteristiche dell’impianto sportivo sono tipiche di uno stadio della massima serie di calcio. Lo stadio è senza barriere e ci sono facilities per i numerosi sponsor che ci consentono di realizzare un evento di qualità. Mi sbilancio dicendo che Cesena ha tutte le caratteristiche per diventare una base fissa per organizzare una finale di football americano».

Partner radiofonico ancora una volta Virgin Radio.
«Ci saranno gli aggiornamenti in diretta della partita su Virgin Radio, che si occuperà anche delle esecuzione degli inni, del DJ Set e dell’Half Time Show. Siamo in attesa di sorprese, ma posso già annunciare la presenza della Millennium Marching Band che farà parte del pre game show e che il pallone della partita sarà paracadutato sul campo».

Ormai siamo quasi al conto alla rovescia. Ultime note?
«La campagna pubblicitaria locale è già iniziata, ma ovviamente il forte della prevendita si avrà conoscendo le squadre finaliste. Lo scorso anno nei tre giorni di manifestazione abbiamo registrato in tutto 10.000 presenze. Sarebbe bello superare questi numeri e, nonostante il Vigorelli sia un ottimo impianto, Cesena offre le condizioni ideali per poter centrare questo obiettivo».

Antonio Maggiora Vergano